Gentile Mr. Zuckerberg,

Forse la colpa non è Sua, forse negli USA è diverso, ma è noioso, allorchè s’incontra una conoscenza, rivolgergli sempre le domande di rito: Come va? Che fai di bello? È noioso e, diciamolo, antipatico: talvolta inopportuno. Perchè domandare: Che cosa fai di bello? ad un disgraziato che è nei guai fino alla cima dei capelli significa spingerlo all’omicidio. Con l’attenuante della provocazione grave.

Non so se mi sono spiegata. Grazie per la Sua comprensione, faccia qualcosa.