Addio al film muto, novembre 1931

didascalia
Didascalia di un film del cinema muto

Roma, novembre 1931. Il film muto è sparito da i nostri schermi di maggiore importanza, e tra non molto sparirà anche da quelli d’importanza minore, se prima non saranno spariti questi schermi addirittura.

Questo è fatale; e nessuna ribellione di pubblico varrà a ripercorrere in senso inverso il cammino che il film ha compiuto fin qui; non varrà, non soltanto perchè questo cammino è un progresso scientifico e tecnico, ma anche — e diciamo pure sopratutto – perchè il risultato di un grosso gioco finanziario americano, contro il quale nulla vale; tanto più, aggiungiamo, in quanto che le proteste, se proprio vogliamo considerarle come tali, partono da una minoranza esigua a fronte di quella enorme maggioranza che ha già accettato il film parlato.
(Il Vangelo spiegato al pubblico, Kinema, novembre 1931)

Ieri e oggi. Addio al 35mm, dal gennaio 2013 le major non distribuiranno più copie in pellicola. Altro nel forum Proiezionisti.com 

Piccola riflessione. Risulta evidente che non sarà possibile trasferire in digitale tutti film in pellicola che in questo momento possono proiettarsi in qualsiasi sala del mondo, quindi una gran parte del patrimonio cinematografico mondiale scomparirà.  

Advertisements