Donne cineaste nel cinema italiano 1930-1948


Ossessione di Luchino Visconti, costumi di Maria De Matteis.

Anni fa ho partecipato ad una ricerca sulle donne “cineaste” ai tempi del cinema muto. Il progetto si chiamava: Non solo Dive – Pioniere del cinema italiano, vi lascio qui il link. Il soggetto era molto interessante dal punto di vista di una “ricercatrice”, e mi sono divertita molto.

Adesso invece vi propongo una ricerca, un piccola ricerca non vi spaventate, sulle donne “cineaste” nel cinema italiano dal 1930 al 1948. Ecco a voi, in rigoroso ordine alfabetico alcuni nomi:

Luisa Alessandri, aiuto regista e segretaria di edizione.

Marina Arcangeli, costumista.

Emma Calderini, costumista.

Maria Cecchi Betrone, segretaria di edizione.

Giovanna Dal Bosco, montatrice.

Alba De Cespedes, soggettista-sceneggiatrice.

Maria De Matteis, costumista.

Ines Donarelli, montatrice.

Eugenia Handamir, segretaria di edizione e produzione.

Aida Marchetti, segretaria di edizione e assistente alla regia.

Ilia A. Minelli, soggettista, pubblicista, dialoghista, ridutrice.

Maria Teresa Ricci Bartoloni, soggettista-sceneggiatrice, aiuto regista.

Maria Rosada, montatrice.

Titina Rota, costumista.

Angela Maria Savelli, musicista.

Dolores Tamburini, montatrice.

Alcune di loro hanno continuato a lavorare nel cinema italiano, altre sono scomparse “nel buio” prima che qualcuno sia riuscito a raccontare la loro storia. Forse nessuno aveva interesse a raccontarla, peccato…